IL MISTERO DELL'ACQUA

by Leon J.


DATI TECNICI:

Titolo: Il mistero dell'acqua.

Titolo originale: The weight of water.

Anno: 2000.

Origine: Francia / USA.

Regia: Kathryn Bigelow.

Prodotto da: Le Studio Canal +, Miracle Pictures.

Sceneggiatura: Alice Arlen e Christopher Kyle (tratto dal racconto d Anita Shreve).

Interpreti: Sean Penn, Catherine McCormack, Elisabeth Hurley, Josh Lucas, Sarah Polley.

Musica: David Hirschfelder.

Durata: 110'.

Distribuzione: BIM.


COMMENTO:

Kathryn Bigelow, ke non girava un film dal '95 ("Strange Days"), riprende temi a lei cari ke le portarono j anni prima molto successo: il mare, l'acqua, le onde, il sole; infatti, ottenne notevole fama con "Point Break", grandissimo esempio d cinema dinamico tutto incentrato sulla figura dell'acqua (ho iniziato ad amare il surf!!) con attori in stato d grazia e una storia molto avvincente. Questo suo ultimo lavoro invece composto da 2 storie dentro allo stesso film: la prima si svolge al giorno d'oggi, con attori belli e famosi: Thomas (Sean Penn), poeta/scrittore baciato dalla fama ma alcolizzato; Jean (Catherine McCormack), fotografa mojie del poeta; Adaline (Elisabeth Hurley), bellissima donna amante del fratello d Thomas ma con continue attenzioni nei confronti del poeta/scrittore; Rich (Josh Lucas), fratello d Thomas. I 4 si dirigono con la bella barca a vela d Rich sull' isola d Smuttynose, una delle isole d Shoals al largo delle coste del New Hampshire e del Maine, dove quasi un secolo prima fu compiuto un tremendo massacro.

E qui inizia la seconda storia ke riguarda lo stesso caso d omicidio avvenuto verso la fine del 1800: 2 giovani donne norvegesi furono uccise a colpi d ascia, mentre una terza sopravvisse. Le 2 storie (ke viaggiano in parallelo, in un alternarsi tra ci ke accade oggi e quel ke accadde allora) sono collegate dal reportage ke la fotografa Jean sta realizzando sul caso, ma, dopo diversi studi, si appassiona talmente tanto alla vicenda ke arriva xsino a rivivere le vicende passate e a credere ke il condannato a morte sia innocente. Quindi 2 storie: una in costume (quelli del 1800) e l'altra... in costume (in bikini e topless).

Questa in sintesi la trama.

Ma le vicende si evolvono in maniera diversa: mentre l'azione contemporanea va via via peggiorando sino a terminare drammaticamente, quella passata ribalta le aspettative e le certezze sino a smaskerare il vero colpevole, sino a far luce su passati incesti e verit nascoste.

Il parallelo delle storie con un montaggio splendido e sorprendente ke mai scade nel banale, rende ancora + interessante il lavoro della regista ex mojie d James Cameron, tanto da far invidia ad altri suoi colleghi. Il film appassionante e intrigante: il senso dello spazio e del tempo filano ke un piacere; il gioco d sguardi un elemento fondamentale x il film (la Hurley ke guarda Thomas; la mojie d Thomas ke ha lo sguardo sempre + stralunato e perde sempre d + la testa presa dalla storia passata e turbata dal presunto flirt tra suo marito e Adaline); il voyeurismo portato all'esasperazione (la Hurley veramente splendida, in costume a prendere il sole sulla barca a vela, ke si fa massaggiare e sukkia ghiaccio); diverse citazioni (la + evidente e palese quella della scena sottomarina in cui le due epoke s'incontrano, ripresa da "L'Atalante" d Vigo).

Alla fine sono uscito soddisfatto da un cinema dove solo 15 persone hanno assistito alla proiezione, contento d aver visto un film dove la lentezza delle vicende (tutto il contrario dello splendido "Point Break"), le poke parole, ji sguardi, il mare ed i flashback mi hanno fatto vivere ed immedesimarmi (quasi come Jean!) in 2 storie contemporaneamente.


Cosa c'entra e questo punto esta immagine? Niente... solo x dire ke Elisabeth Hurley splendida!!!!


GIUDIZIO:

 

 



home | CINEforum | scrivici